L’Apple Watch e l’inizio dell’epoca delle “tecnologie da indossare”


Un nuovo articolo per il sito della rivista “Sapere”.

La settimana scorsa, Apple ha presentato in anteprima il suo nuovo dispositivo chiamato Watch (in gergo iWatch).

Si tratta di un orologio digitale dalle molteplici funzioni capace di dialogare con le app di smartphone e tablet. Come di consueto per i nuovi prodotti dell’azienda californiana, l’iWatch è immediatamente divenuto un’attrazione per articoli di giornali, servizi televisivi e siti e blog specializzati. Senza entrare nei dettagli tecnici di questo dispositivo (sappiamo che costerà dai 350 euro in su e non sarà disponibile prima della primavera del 2015), possiamo tuttavia chiederci se questo oggetto potrà svolgere un ruolo particolare nell’evoluzione delle tecnologie digitali, ricalcando il successo di altri oggetti Apple di successo (come l’iPod, l’iPhone e l’iPad) e se sarà in grado di innescare una nuova ondata di innovazioni e una nuova relazione tra le persone e le tecnologie…

…continua a leggere sul sito di Sapere.

"Sapere" Alessandro Delfanti Apple Bologna Books ciga communication conferences consumption Digicult digital culture digital media digital music technologies electronic dance music Gabriele Balbi Graham St John hacking Il Mulino innovation jailbreaking Materiality Media history media studies Milano mp3 music music technologies new media Oggetti da ascoltare Padova Pastis popular culture popular music practice theory Roma science and technology Sociologia dei Consumi sociology Sound studies Storia dei media digitali STS sts italia technology Tecnologie Tecnoscienza